Festa della donna, si era divertita “troppo”: presa a pugni e sediate dal compagno

Colpevole di essersi divertita “troppo” la sera dell’8 marzo. Questo, il futile motivo che ha spinto un uomo di 32 anni a massacrare di botte la sua compagna. La donna, di 49 anni, aveva trascorso la serata in un locale di Avellino. Al rientro a casa, l’aggressione: calci, pugni, schiaffi ed anche una sedia usata contro di lei.

Originaria di Napoli e residente nel Rione San Tommaso ad Avellino, la donna è riuscita a scappare e a rifugiarsi in un bar, dove il compagno l’ha inseguita tentando di continuare la violenza. La follia dell’uomo è scatta per un ballo della sua compagna con uno spogliarellista. La Squadra Mobile di Avellino ha arrestato l’aggressore, già noto alla polizia per episodi simili.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più