Ricoveri rifiutati a neonata di Cosenza, interviene il Santobono ma per la piccola è troppo tardi

Ricoveri rifiutati a neonata di Cosenza, interviene il Santobono ma per la piccola è troppo tardi

Cloe, era il nome della neonata cosentina che all’età di soli quattro mesi ha perso la vita. 

Stando a quanto raccontano i genitori della bimba la causa della sua morte è dovuta alla negligenza dei medici calabresi che, nonostante la preoccupazione dei genitori della piccolissima Cloe, hanno rifiutato di ricoverare la bimba rispedendola a casa. Cloe era affetta da continui attacchi di vomito ma per i medici una semplice tachipirina era più che sufficiente per risolvere la situazione. 

I genitori di Cloe vedendo che la piccola non migliorava e che soffriva di male al pancino sono tornati per ben quattro tre volte in ospedale, per poi farla ricoverare d’urgenza a Cosenza prima del trasferimento al Santobono di Napoli. L’intervento dei medici campani è arrivato troppo tardi e per la bimba non c’è stato niente da fare.

“Nessuno ci ha dato ascolto al pronto soccorso” ha denunciato il padre della piccola Cloe. “Per ben tre volte – ha continuato – ci hanno rispedito a casa con banali rassicurazioni e un po’ di tachipirina. Eppure – ha detto sconsolato – lo vedevamo anche noi che Cloe vomitava e aveva male al pancino. I medici – ha attaccato il padre – non hanno nemmeno capito che si trattava di un’invaginazione intestinale, cioè di un attorcigliamento dell’intestino di cui possono soffrire i bambini tra i quattro e i dodici mesi. Invece all’ospedale Santobono di Napoli dove l’abbiamo fatta trasferire grazie all’intervento del prefetto, dopo un articolo sulla Gazzetta del Sud, hanno capito subito cos’era e l’hanno operata, ma inutilmente, perchè non ce l’ha fatta”.

I genitori ci Cloe sono decisi ad andare fino in fondo a questa triste vicenda e quattro medici, due pediatri e due chirurghi pediatrici dell’ospedale Annunziata di Cosenza sono accusati di omicidio colposo, l’azienda sanitaria ha già fatto partire un’indagine interna

 

 

Potrebbe anche interessarti