Uccide i genitori e scrive su un biglietto: “Maledetti. La pagherete”. Poi si suicida

Un fatto di cronaca che in queste ore sta scuotendo l’opinione pubblica italiana è quello avvenuto ad Asiago, nel vicentino. Una donna di 43 anni, Silvia Marzaro, ha ucciso i genitori Italo e Ubaldina di 85 e 83 anni, togliendosi poi la vita.

A raccontare la vicenda è Il giornale di Vicenza, dove si apprende un particolare scioccante: le forze dell’ordine hanno trovato in casa due biglietti ricavati da un taccuino, dove la donna ha scritto “Maledetti” e poi “La pagherete tutti. Dio vi giudicherà. Maledetti”.

Pare che i due anziani siano morti per avvelenamento. Dopo aver commesso l’omicidio, Silvia Marzaro avrebbe assunto una dose massiccia di psicofarmaci che le avrebbero fatto perdere i sensi. Da anni soffriva di depressione. È stata trovata con due cinture dell’accappatoio legate al collo e una ferita alla testa, procurata probabilmente cadendo a terra. Nel bagno sono state trovate altre due cinture di stoffa sporche di sangue.

Le indagini degli inquirenti chiariranno la dinamica dei fatti, così come l’autopsia, che svelerà la causa della morte dei tre.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più