Scafati, arrestata latitante romena: picchiò a morte un 18enne in discoteca

Una pericolosa criminale è stata individuata dopo lunghe ricerche e fermata in zona partenopea. I carabinieri del nucleo investigativo di Napoli hanno localizzato a Scafati e arrestato Anca Maria Murg, 30 anni, latitante romena.

La donna tratta in arresto era tra i latitanti più ricercati in ambito europeo. Fin dal 2010 su di lei pendeva un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità romene. Anca Maria Murg, con una sentenza definitiva del Tribunale di Hunedoara, era stata condannata a 20 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato in concorso.

Una sentenza gravissima, che si riferisce a un episodio avvenuto in data 16 settembre 2007. In quell’occasione la latitante romena si trovava in una discoteca di Tâmpa. La donna, a un certo punto, cominciò a discutere con un ragazzo 18enne. Ben presto però il litigio sfociò in qualcosa di infinitamente peggiore.

Anca Maria Murg iniziò a prendere il ragazzo a calci e pugni, per poi colpirlo con una mazza da baseball e persino con un masso. Infine la donna gli calpestò la testa con il tacco della scarpa. Il ragazzo, trasportato in ospedale in condizioni gravissime, morì due giorni dopo.

Adesso, dopo una lunga attività investigativa condotta in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale, la donna è stata finalmente tratta in arresto. Al momento Anca Maria Murg si trova in carcere, in attesa dell’estradizione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più