La Rc auto diventa familiare: i vantaggi per gli automobilisti

Rc auto

Una buona notizia per tutti gli automobilisti arriva da un emendamento al decreto fiscale approvato dalla commissione Finanze della Camera. La nuova Rc auto sarà infatti più economica e vantaggiosa per le famiglie. Chiunque possiede più di un mezzo (sia auto che moto) potrà assicurare il veicolo con la classe di merito più economica.

LA MODIFICA – Si tratta di un emendamento del sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, che ha definito la sua proposta come una sorta di ‘classe di merito unica familiare’. La nuova Rc auto familiare si applicherà sia a mezzi di diversa tipologia, come auto e motorino, sia sui rinnovi dell’assicurazione. Prima invece, con l’articolo 134, era possibile applicarla solo sulla stessa tipologia di veicolo, cioè auto su auto o moto su moto. Invece grazie alle nuove norme, che ampliano la legge Bersani in materia di classi di merito e Rc auto, sarà possibile applicarla anche su mezzi di trasporto “di diversa tipologia”. Auto con scooter per fare un esempio.

Tutti i componenti del nucleo familiare otterranno quindi un vantaggio pagando meno l’assicurazione. Unico limite: non aver fatto incidenti “con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni”. Inoltre si potrà usufruire della classe di merito più conveniente anche nei casi di rinnovo di contratti già stipulati. Anche qui è valida sulle diverse tipologie di veicoli.

ESEMPIO – E’ lo stesso Villarosa a spiegare come funzionerà la nuova Rc auto. Se in un nucleo familiare si ha  un mezzo assicurato in prima classe, tutti gli altri componenti della famiglia potranno beneficiare della prima classe su qualunque altro veicolo. Sia auto oppure moto o scooter. Tutto questo anche se sono già assicurati e se hanno classi di merito meno favorevoli, compresa la quattordicesima.

VANTAGGIO PER NAPOLI -La città partenopea è quella dove l’Rc auto è la più alta con polizze da 493 euro. Inoltre è quella più costosa per chi ha la prima classe. Secondo i dati recenti dell’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), nel 2018 l’assicurazione Rc Auto è costata agli italiani una media di 333 euro. Con la nuova Rc auto si potrà scegliere il veicolo della famiglia meno incidentato e uniformarlo agli altri, pagando così di meno.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più