Presa a pugni al centro commerciale da coetanee: la vittima non denuncia

pugni coetanee

Ha deciso di non denunciare le ragazze che l’hanno aggredita sabato sera a Casoria. Una scelta che fa discutere data la violenza del filmato che in poche ore ha fatto il giro del web. Una ragazza pestata e presa a schiaffi e pugni da alcune coetanee fuori all’area di parcheggio di un centro commerciale. Una violenza che è continuata anche con la vittima a terra, derisa e presa a calci.

Un video che aveva suscitato l’indignazione del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che aveva deciso di portarlo alla Polizia:

“Abbiamo deciso di segnalare questo video alle forze dell’ordine. Chiediamo che vengano visionate le telecamere del parco commerciale e individuate le ragazzine responsabili dell’aggressione. Vanno assolutamente fermate, punite ed educate. Ne va del loro futuro”.

Ancora più assurda era stata la scelta di filmare con un cellulare quelle violenze e non aiutare la vittima. Il video, che è stato postato sui social, era stato acquisito e trasmesso alla Procura ordinaria e alla Procura dei Minori di Napoli. Erano anche partite le indagini che avevano portato a identificare sia la comitiva di ragazzine che la ragazza aggredita. Ma la ragazzina, come riportato da Fanpage, ha deciso di non denunciare l’episodio. Nessuno della famiglia si è infatti presentato alla Forze dell’Ordine. Senza una denuncia purtroppo le indagini sulla rissa non possono partire d’ufficio dato anche che la vittima non ha riportato serie ferite. Non ci sarà quindi nessun provvedimento per chi ha deciso di assalire la ragazza. Una violenza che quindi resterà impunita.

Potrebbe anche interessarti