VIDEO. Torre del Greco: ecopunti come discariche a cielo aperto. La denuncia di Striscia

Dal 27 gennaio a Torre del Greco è partita la raccolta differenziata porta a porta, ma sono diversi i cittadini che via social postano ogni giorno foto e video di spazzatura presente in strada.

Un’emergenza che ha portato ancora una volta in città Luca Abete. L’inviato di ‘Striscia la Notizia’ era già stato a Torre del Greco nel novembre del 2018 per riprendere gli eco-punti cittadini ormai al collasso e diventati discariche a cielo aperto. Il sindaco, Giovanni Palomba, promise allora di risolvere il problema con la partenza della raccolta porta a porta. Raccolta che ora a distanza di due anni è effettivamente partita.

L’inviato del tg satirico però mostra le immagini dei punti raccolta ormai smantellati ma strapieni di rifiuti di ogni tipo. La gente infatti continua a portare i rifiuti anche se mancano i contenitori e quei punti non sono più adibiti alla raccolta.

Un cittadino denuncia lo stato di abbandono della zona:

“Questa dovrebbe essere un’area di parcheggio per il turismo balneare”.

Pronta la replica di Luca Abete:

“Quindi il turista viene qua e invece di andare a mare, nuota in questo mare di rifiuti”. 

Il problema, come evidenziato da Striscia, è che lo spiazzo è utilizzato anche come terminal da uno scuolabus. I bambini di una scuola scendono proprio in mezzo ai rifiuti. Sversamenti selvaggi, mancata raccolta, spazzatura incendiata che diventa rifiuto speciale da rimuovere con procedura e costi differenti. Un quadro poco edificante quello mostrato nel servizio di Striscia la Notizia: discariche a ciello aperto a Torre del Greco.

Di fronte ad un’isola ecologica c’è anche un mercato con prodotti da mangiare. Con la denuncia di un altro cittadino: “Parecchi clienti non vengono più per la questione dei rifiuti, è una perdita continua tutti i giorni”. 

Nel servizio si parla anche dell’aumento della Tari. Una media di 320 euro a cittadino, ben venti euro in più di quella nazionale. E del video di festeggiamento del capodanno. Il sindaco non ha voluto replicare ma si attendono miglioramenti e il definitivo smantellamento dei rifiuti.

Potrebbe anche interessarti