Intervento straordinario su donna incinta: asportato tumore senza far male al feto

incinta tumore
Foto di repertorio

Ancora una buona notizia arriva dalla sanità campana. Grazie a un eccezionale intervento, il primo praticato al Sud Italia, una donna incinta è stata operata in anestesia locale asportando un tumore. Risultato? La donna e il piccolo che porta in grembo stanno bene.

LA STORIA – Una giovane donna napoletana, incinta di tre mesi, poco tempo fa scopre di avere un tumore. Il tumore è già abbastanza grande (circa 14 centimetri) ed è localizzato proprio nelle ovaie. Dato il suo stato interessante non si può procedere a chemioterapie ed è necessario un intervento chirurgico per asportare la massa. La donna, molto preoccupata di perdere il bambino, si rivolge quindi al Pineta Grande Hospital di Castel Volturno, in Provincia di Caserta. La dirigenza sanitaria della struttura decide di effettuare un intervento eccezionale che provi a salvare mamma e figlio.

Grazia a un’innovativa tecnica eseguita dall’equipe del primario di Ostretricia e Ginecologia Stefano Palmieri, la donna è stata sedata solo localmente. L’operazione, la prima realizzata al Sud Italia, ha consentito di asportare il tumore senza intaccare la salute del feto con un’anestesia totale. L’intervento infatti è stato eseguito in maniera mininvasiva ciò senza aprire l’addome mediante videochirurgia endoscopica. Il dott. Ferdinando Pasquariello ha praticato un’anestesia regionale che ha permesso di operare la donna in sicurezza in modo da non sottoporre il feto al rischio dei farmaci anestesiologici e consentendo alla paziente di ritornare a casa dopo appena 24 ore dall’intervento.

Il dott. Palmieri

Soltanto qualche giorno fa un’altra operazione, sempre eseguita in Campania, aveva salvato due vite. Una donna, anche lei incinta di quattro mesi, era stata operata al cuore. Un intervento complesso ed eseguito al Policlinico di Napoli che aveva spinto la futura mamma a chiamare sua figlia Vittoria. La vittoria della vita.

Potrebbe anche interessarti