Coronavirus, parla il dg dei colli: “Casi sospetti dal Nord, non da focolai locali”

medico coronavirus

Non sono focolai campani da Coronavirus, ma da migrazione dal Nord“. Lo afferma il direttore generale dell’ospedale dei Colli e il centro di malattie infettive del Cotugno, a Napoli, Maurizio Di Mauro.

Sono stati inviati a Roma, all’istituto superiore di Sanità, i due tamponi di due donne, di ritorno dal Nord Italia. “Una delle due pazienti verrà trasferita al Cotugno di  Napoli, mentre l’altra è attualmente in isolamento a Vallo della Lucania, e non so se sarà trasferita da noi, al momento non abbiamo ancora notizie“- ha affermato di direttore.

Non sono preoccupanti le loro condizioni, le pazienti avevano leggeri sintomi del Coronavirus quando si sono recate in ospedale.

LEGGI ANCHE
Coronavirus. Il reddito di cittadinanza rimane in vigore: "Ora ancora più necessario"

I contagiati da coronavirus salgono a circa 450. Si registra la dodicesima vittima, un 69enne dell’Emilia Romagna, anche lui come gli altri soffriva già di problemi di salute. Secondo i dati della protezione civile è positivo il 4% dei tamponi effettuati su 10 mila test effettuati.

I casi accertati di contagio si limitano in maggioranza al Nord Italia. La Lombardia rimane la regione più colpita con i suoi 350 casi, tra cui 7 minorenni, la maggior parte di questi legati dalla zona rossa, dove ora vige il divieto di entrata e uscita.

Potrebbe anche interessarti