Coronavirus, parla il dg dei colli: “Casi sospetti dal Nord, non da focolai locali”

medico coronavirus

Non sono focolai campani da Coronavirus, ma da migrazione dal Nord“. Lo afferma il direttore generale dell’ospedale dei Colli e il centro di malattie infettive del Cotugno, a Napoli, Maurizio Di Mauro.

Sono stati inviati a Roma, all’istituto superiore di Sanità, i due tamponi di due donne, di ritorno dal Nord Italia. “Una delle due pazienti verrà trasferita al Cotugno di  Napoli, mentre l’altra è attualmente in isolamento a Vallo della Lucania, e non so se sarà trasferita da noi, al momento non abbiamo ancora notizie“- ha affermato di direttore.

Non sono preoccupanti le loro condizioni, le pazienti avevano leggeri sintomi del Coronavirus quando si sono recate in ospedale.

I contagiati da coronavirus salgono a circa 450. Si registra la dodicesima vittima, un 69enne dell’Emilia Romagna, anche lui come gli altri soffriva già di problemi di salute. Secondo i dati della protezione civile è positivo il 4% dei tamponi effettuati su 10 mila test effettuati.

I casi accertati di contagio si limitano in maggioranza al Nord Italia. La Lombardia rimane la regione più colpita con i suoi 350 casi, tra cui 7 minorenni, la maggior parte di questi legati dalla zona rossa, dove ora vige il divieto di entrata e uscita.

Potrebbe anche interessarti