Coronavirus, De Luca chiude Ariano Irpino: contagio vertiginoso, è colpa di una festa

coronavirus esercito
Foto: Esercito Italiano

Vincenzo De Luca ha chiuso Ariano Irpino. È vietato entrare ed uscire dalla cittadina in provincia di Avellino a causa dell’aumento vertiginoso e improvviso di casi: dei 37 in Irpinia, 21 risiedono qui.

All’origine del contagio ci sarebbe una festa con oltre duecento persone. Un numero spropositato di partecipanti, va da sé, dunque, che il numero di infetti potrebbe diventare enorme rispetto a una popolazione di circa 22mila abitanti.

Nell’ordinanza il presidente, inoltre, sottolinea come ben 370 persone siano rientrate dalle zone rosse del Nord in Irpinia. Si tratta dei soggetti individuati o autodenunciati, dunque il numero potrebbe essere di molto superiore. È urgente allora prendere decisioni drastiche per evitare il diffondersi dell’epidemia che, se raggiungesse numeri simili a quelli della Lombardia, porterebbe al collasso della Sanità campana.

LEGGI ANCHE
San Giorgio, denunciate 4 persone venute in auto da Casalnuovo

“#CORONAVIRUS, ORDINANZA

“DISPOSIZIONI PER IL COMUNE DI ARIANO IRPINO

Quarantena per tutta la popolazione e divieto di entrata e uscita per il Comune di Ariano Irpino.
Visto l’aumento dei contagi verificato dai dati riferiti al Comune della provincia di Avellino. Si è ritenuto indispensabile e urgente applicare una misura rigorosa per isolare il focolaio.
Chiediamo a tutti i cittadini di collaborare per il contenimento del contagio e quindi per il rispetto di questa e delle altre ordinanze”.

Potrebbe anche interessarti