Fabrizio muore a 32 anni: è una delle vittime più giovani del coronavirus

Foto Facebook di Fabrizio Marchetti

Fabrizio Marchetti, barista di Nova Milanese in Brianza, è una delle vittime più giovani causate dal Coronavirus. A soli 32 anni a seguito di un viaggio a Cuba, Fabrizio aveva contratto un’infezione che gli ha causato un indebolimento delle difese immunitarie. Quando ha contratto successivamente il virus le sue condizioni sono peggiorate. I sintomi accusati erano quelli di una normale influenza, la famiglia preoccupata dalla febbre sempre più alta ha chiamato il numero d’emergenza per il Coronavirus. Il tampone è risultato positivo, le sue condizioni di salute sono peggiorate immediatamente fino ad arrivare alla morte in sala rianimazione il 18 Marzo.

Fabrizio era un volto noto e familiare per molti giovani della zona, ed ora è diventato simbolo di paura in tutto il mondo, la dimostrazione che il virus colpisce anche il mondo dei giovani. Gli amici lo ricordano con affetto su Facebook descrivendolo come “un ragazzo che sapeva farsi voler bene, un’anima bella e rara”.

Un’amica di famiglia tramite social ha comunicato che “Fabrizio verrà cremato, ma i suoi familiari ci tengono a dargli il funerale che merita non appena sarà finita quest’emergenza”.

Il bilancio dei contagi da coronavirus a Monza e Brianza si fa sempre più grande, si parla di 376 contagi secondo gli ultimi dati.

Potrebbe anche interessarti