Coronavirus: morto un agente della polizia penitenziaria

Coronavirus. Un agente della polizia penitenziaria di Locri, in provincia di Reggio Clabria, è deceduto dopo aver contratto il Covid-19.

Secondo le informazioni rese note l’agente si sarebbe ammalato durante una missione. Ricoverato dapprima all’ospedale di Bergamo, l’uomo era stato poi trasferito all’ospedale Sacco di Milano, dove alcuni giorni dopo è deceduto. L’agente aveva 51 anni e non prestava servizio dal mese di dicembre.

Sentiamo le parole di Aldo di Giacomo, segretario del Sindacato di Polizia Penitenziaria: “Siamo molto preoccupati, abbiamo timore che il virus si possa propagare e siamo sconcertati perché non abbiamo mascherine né altri dispositivi protezione sanitaria. E laddove arrivano, in alcuni casi, non vengono fatti utilizzare agli agenti dai direttori delle carceri per non ‘impressionare’ i detenuti”.

Prima vittima anche tra gli agenti della penitenziaria, questo virus terrificante sta avanzando inesorabilmente ogni giorno. Approfittiamone per ricordare a tutti di restare nelle proprie case, il contagio si diffonde a macchia d’olio.

LEGGI ANCHE
Torre del Greco, emergenza coronavirus: dal 16 marzo porta a porta in tutta la città

Potrebbe anche interessarti