Emilio Fede torna in libertà: “Alla fine è stata un’esperienza positiva”

Emilio FedeEmilio Fede torna in libertà. Il Gip di Napoli ha dichiarato la sua incompetenza territoriale, disponendo l’immediata liberazione per il giornalista. A dirlo è Il Mattino.

Nello specifico, il giudice ha disposto la trasmissione degli atti al Magistrato di Sorveglianza di Milano per le determinazioni di loro competenza. Così facendo è stato disciolto l’obbligo dei domiciliari.

Il Gip Provvisier ha accolto la richiesta degli avvocati Demetrio Paipais e Salvatore Pino. Sono stati proprio questi ultimi a contestare l’incompetenza territoriale del provvedimento adottato dal giudice, difendendo il proprio assistito.

Intanto, prima ancora della notizia della messa in libertà, Emilio Fede ha rilasciato all’Ansa una dichiarazione in cui ha definito l’accaduto come un’esperienza positiva.

“Alla fine è stata un’esperienza positiva. Intorno a me si sono stretti tanti amici e colleghi. In questo momento mi farebbe piacere avere qui un rappresentante dell’arma a cui stringere la mano” – ha detto.

Parole che non tanto coincidono con le prime dichiarazioni, rilasciate a poche ore dall’arresto. L’ex direttore del Tg4, infatti, aveva contestato l’intervento aggressivo delle forze dell’ordine, lamentando il fatto che nessun essere umano avrebbe dovuto subire quel trattamento.

“Vivo questa esperienza come la vive un vero giornalista, senza rancori e senza odio, con la precisa intenzione di aprire un dialogo tra chi tutela i diritti dei cittadini. Un grazie ai carabinieri per come agiscono, accanto a noi” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti