Ordinanza di De Luca: obbligo di tampone e quarantena per chi torna dall’estero

Visti i nuovi casi di contagi relativi a cittadini rientrati da viaggi all’estero, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza n.68, che rende obbligatoria la quarantena automatica per i cittadini che rientrano nella nostra regione.

Si ribadisce la necessità assoluta e urgentissima di un controllo severo alle frontiere e negli aeroporti”, ha dichiarato al riguardo il governatore De Luca. “Per la Campania, avendo verificato che alcuni nostri concittadini, dopo un viaggio a Malta hanno contratto e portato il contagio, si rende inevitabile l’obbligo per tutti coloro che tornano nella nostra regione, di andare automaticamente in quarantena, pena denuncia penale e sanzione di mille euro per chi viola l’isolamento”.

Fino al 31 agosto 2020, l’ordinanza dispone che ai cittadini campani che “facciano rientro da vacanze dall’estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL al fine della somministrazione di test
sierologico e/o tampone e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica“.

I cittadini che tornano dall’estero, stando all’ordinanza, sono inoltre tenuti a restare in quarantena per 14 giorni. L’isolamento domiciliare si interromperà ovviamente non appena avuto eventuale esito negativo del tampone. A proposito dei rientri da altri paesi, il governatore De Luca rivolge un appello al Governo nazionale:

“Sollecitiamo il Governo a comunicare in tempi rapidissimi il piano straordinario di controlli nei quali impegnare tutte le forze dell’ordine per il rispetto delle ordinanze. Siamo in un momento decisivo, nel quale sono indispensabili misure rigorose se si vuole bloccare il ritorno dell’epidemia ed essere costretti a misure drastiche di contenimento del contagio.”.

Potrebbe anche interessarti