“I dottori dicevano che sveniva perché gelosa del fratellino”: Miriam morta a 5 anni

È passato quasi un anno dalla morte di Miriam Laezza, una bambina di 5 anni deceduta il 17 ottobre del 2019 dopo un malore avvenuto mentre era a scuola di danza. Una morte sulla quale i genitori sono ancora riusciti a fare chiarezza. La madre, Antonella Palladino, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un video nel quale ripercorre in breve la vicenda: la donna afferma che Miriam si era sentita male in altre tre occasioni, nei mesi precedenti. Una delle motivazioni date dai medici, a quegli svenimenti, sarebbe stata la gelosia della piccola nei confronti del fratellino.

“Sono la madre di Laezza Miriam, la bambina che è deceduta il 17 ottobre del 2019. Vorrei che questo messaggio arrivasse a quei dottori che mi hanno guardato quando mia figlia è arrivata in ospedale e mi hanno detto che mia figlia stava bene, che io ero fissata, che ero troppo apprensiva. Me l’hanno sempre dimessa con una (diagnosi di, ndr) sincope vasovagale o di epilessia; l’epilessia poi l’hanno tolta di mezzo e mi hanno detto che erano solo sincopi vasovagali perché la bambina era gelosa del fratellino. Mia figlia è svenuta tre volte: il 28 febbraio, il 24 marzo e il 21 aprile. Quando sveniva, per 12 – 13 minuti non si riprendeva ma mi dicevano che era gelosa”.

Per favore aiutatemi condividete io ho bisogno di sapere che aveva mia figlia

Pubblicato da Antonella Palladino su Martedì 15 settembre 2020