Poliziotti eroi premiati con l’encomio: salvarono un neonato di 6 mesi dal soffocamento

encomio agenti sant'anastasiaSant’Anastasia – Il giusto riconoscimento a due componenti della Polizia Municipale, l’assistente Anna Visone e l’agente Fabio Luongo, che hanno salvato la vita a un bambino di sei mesi che rischiava di soffocare. Il fatto si è svolto lo scorso febbraio all’esterno di una farmacia della città: gli agenti, durante il pattugliamento, hanno notato il conducente di un’auto in sosta che scuoteva un neonato. Avvicinatosi si sono accorti che il bambino stava soffocando, dunque gli hanno praticato la Heimlich liberandolo dai muchi che gli impedivano di respirare e salvandogli la vita.

La cerimonia di encomio è stata organizzata e condotta a termine dalla dott.ssa Paola Maria Maione, vice-segretaria e responsabile AA.GG. e Cultura, durante il quale la Commissaria Stefania Rodà ha consegnato i riconoscimenti, su proposta del Comandante P.M. Pasquale Maione.

Alla presenza dei sub commissari dott. Massimo De Stefano, vice prefetto aggiunto, e dott. Gennaro De Santis, funzionario economico finanziario, del Segretario Generale Gianluca Pisano, del Priore di M. Arco p. Alessio Romano che ha impartito la benedizione a tutti, dei Carabinieri in rappresentanza della locale Stazione, della Protezione Civile, Croce Rossa, qualche familiare e dipendenti comunali, la dott.ssa Stefania Rodà ha ripercorso i mesi di commissariamento ringraziando tutti, nessuno escluso, per la collaborazione e per la professionalità. Ha ricordato la sfida Covid-19 che è stata affrontata spegnendo il focolaio nella RSA di Madonna dell’Arco, contenendo il diffondersi dei contagi mediante una costante e metodica azione di controllo, ed ottenendo la collaborazione della cittadinanza nel mantenere il distanziamento ed attuare le misure preventive contro la pandemia, aggiungendo di aver avuto il privilegio di pregare davanti al quadro della Madonna dell’Arco.

È stato un commissariamento che ha puntato ad affrontare, oltre alla pandemia, le criticità del paese più evidenti, a tutelare e/o ripristinare la legalità nei concorsi, lavorando anche di sabato e domenica con la macchina comunale riorganizzata nonostante la carenza cronica di personale, a tenere il bilancio sotto controllo, a rispettare le tradizioni e le espressioni di Fede. A tutelare il territorio e il verde pubblico. Tra gli ultimi provvedimenti rientrano la ripresa dei lavori al Cimitero Comunale, per la quale ha profuso impegno il nuovo responsabile arch. Dario Saetta, la restituzione alla cittadinanza di un’altra parte dell’area mercatale di proprietà comunale, adibita a parcheggio pubblico e la cura delle aiuole di piazza Siano mediante la messa a dimora di manti di erba e recinzione. Il tutto al fine di garantire il bene comune e il benessere delle vecchie e nuove generazioni.

Potrebbe anche interessarti