De Luca: “Oggi oltre 2000 casi. Chiudere tutto per un mese-40 giorni”

Appuntamento con la consueta conferenza stampa del venerdì di Vincenzo De Luca, che aggiorna i cittadini sulla situazione dell’emergenza coronavirus in Campania. Oggi abbiamo oltre 2000 contagi in Campania, ed è questo il motivo per cui il governatore ritiene di dover intervenire nell’immediato.

Prenderemo decisioni importanti che riguardano il covid e la vita delle nostre famiglie. Vorrei rispondere in maniera dura a campagna di sciacallaggio politico e mediatico messa in atto da settimane contro la Campania, ma non c’è tempo da perdere ne parleremo in altre circostanze.

Oggi siamo chiamati a prendere decisioni forti e definitive, ed efficaci, per far fronte a una situazione diventata pesante. Ogni giorno che passa l’emergenza rischia di aggravarsi in modo insostenibile. Io ritengo che non ci sia più un’ora di tempo da perdere. Perfino l’ordinanza che entra in vigore oggi è già superata dai dati del contagio.

Dobbiamo decidere oggi, non abbiamo più tempo. Comunicherò al Governo non solo la richiesta di lockdown su tutta Italia, ma procederemo in Campania a chiudere tutto. Per l’Italia deciderà il Governo, in Campania chiuderemo tutto tranne le attività essenziali: le attività industriali, agricole, edilizie, agroalimentari”.

Dobbiamo bloccare la mobilità interregionale e tra Comuni: fare ciò che abbiamo fatto a marzo, tentando di difendere per quanto possibile le attività produttive. oggi siamo ancora in tempo, la situazione è pesante ma siamo ancora a un passo dalla tragedia. Io non voglio trovarmi di fronte ai camion militari che portano centinaia di bare. Non ci garantisce nessuno che questo non avvenga.

Chiedo ai nostri concittadini: d’ora in poi sentitevi solo esseri umani, senza distinzioni politiche, religiose, ideologiche, impegnati a difendere la vita delle proprie famiglie. La situazione in Campania è questa: oggi abbiamo 2280 positivi su 15.800 tamponi. 14,5% di positivi“.

De Luca comunica quindi quale sarà la linea della Regione Campania: chiudere tutto per un mese o 40 giorni, finché non si spegne il focolaio, e riaprire se la situazione ritorna normale. Una linea che già stanno seguendo in altri paesi europei come la Germania.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più