Covid Italia, quasi tutte le Regioni rischiano la zona rossa: oggi la decisione

Questo potrebbe essere l’ultimo weekend in zona gialla o arancione per molte Regioni. L’Italia infatti, dal prossimo 15 marzo, dovrà fare i conti con la zona rossa e la stretta sulle misure anti covid. Il Paese si trova a fronteggiare un aumento dei casi, dovuto probabilmente alla diffusione della cosiddetta variante inglese, e a partire da lunedì molte Regioni passeranno dall’arancione al rosso. Non più solo Campania, Molise, Basilicata, dunque, – in rosso dall’8 marzo fino almeno al 21 – ma buona parte del territorio nazionale.

Nuovo Dpcm anti covid in arrivo

Nello scenario peggiore, come riferisce Open l’unico territorio a rimanere giallo potrebbe essere la Sicilia, con la Sardegna in bilico tra il bianco e il giallo. L’ufficialità dei vari passaggi di zona è atteso oggi, 12 marzo, con le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza.

Affidandosi anche al criterio dei 250 casi settimanali ogni 100 mila abitanti, a rischiare il rosso potrebbe essere la Calabria, a oggi in giallo: negli ultimi giorni ha comunicato un’incidenza di oltre 300 casi ogni 100 mila, situazione che la potrebbe far passare direttamente al rosso. Chi è in bilico tra arancione e rosso è anche il Lazio, finora giallo, che presenta un Rt a 1,33. Con un indice Rt intorno all’1, potrebbero passare dal giallo all’arancione anche la Valle d’Aosta, la Liguria e la Puglia.

Il Nord del Paese si tingerà totalmente di rosso con il passaggio, quasi sicuramente, di Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, nella fascia con il più alto rischio.

Umbria e Abruzzo dovrebbero restare arancioni mentre il Veneto e la Toscana sono sul filo del rasoio.

Potrebbe anche interessarti