Passamontagna e fucili, organizzano una rapina da film: tra di loro un percettore del RdC

Rapina con passamontagna e fucili tra di loro un percettore RdCUna rapina da film quella organizzata da quattro soggetti che volevano fare irruzione in un negozio di telefonia di Marcianise, in provincia di Caserta, con il volto coperto da passamontagna ed armati di fucile a canne mozze.  Si tratta di un 28enne, un 22enne (in atto sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), di un 33enne e addirittura un minorenne di 17 anni.

Giunti a bordo di un Fiat Fiorino rubato e armati di fucile a canne mozza e volto coperto con passamontagna erano pronti a fare irruzione all’interno del negozio di telefonia “la telefonia del centro”, ubicato alla via Lener 14 di Marcianise, quando sono stati bloccati dai carabinieri intervenuti a seguito di una segnalazione al 112 di un veicolo sospetto parcheggiato nei pressi di quel negozio.

I militari dell’Arma li hanno sorpresi mentre erano ancora all’interno del furgonato. Costoro, però, alla vista dei militari hanno opposto resistenza e tentato la fuga a piedi. Inseguiti e bloccati sono stati tratti in arresto. A seguito di perquisizione personale e veicolare i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato un fucile con canna mozza con colpo in canna, caricato con due cartucce calibro 12, guanti, berretti e passamontagna.

Gli arrestati, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce) e presso il centro di prima accoglienza minorile “colle aminei ” di Napoli. Tra loro anche un percettore del reddito di cittadinanza.

Dovranno rispondere dei reati di tentata rapina a mano armata, ricettazione, porto abusivo di fucile semiautomatico cal. 12 a canne mozza con matricola abrasa, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali le quattro persone arrestate ieri dai carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Marcianise.

Potrebbe anche interessarti