Caserta, sosta gratuita sulle strisce blu per disabili e donne in gravidanza: firmate due ordinanze

caserta strisce bluTrovare parcheggio nelle grandi città è sempre più complicato. Per questo il Comune di Caserta ha deciso di andare incontro ad alcune categorie di persone che necessitano di una sosta veloce. Sono infatti state firmate due ordinanze dirigenziali (la numero 336 e numero 337) in cui si autorizza la sosta gratuita nelle strisce blu per i veicoli delle persone diversamente abili, inoltre vengono istituito stalli di sosta riservati ai veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni.

CASERTA, SOSTA GRATUITA SULLE STRISCE BLU PER DISABILI E DONNE INCINTE

Come spiegato sul sito del Comune di Caserta, l’Ordinanza 337 istituisce:

la sosta gratuita dei veicoli a servizio delle persone con limitata o impedita capacità motoria muniti di contrassegno speciale, nelle aree di sosta a raso a pagamento sul territorio comunale, qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati”.

Mentre quella n.336 istituisce:

Un posto riservato ai veicoli a servizio delle donne in stato di gravidanza e dei genitori con un bambino di età non superiore a due anni nei pressi degli asili nido e di tutti gli istituti scolastici di 1° e 2° grado sul territorio comunale, della Casa Comunale, delle strutture sanitarie e presidi ospedalieri”.

Le ordinanze seguono la delibera n.208 con la quale Giunta comunale ha approvato l’atto di indirizzo che disciplina “la sosta gratuita su stalli a pagamento ai veicoli a servizio di persone diversamente abili” e “l’istituzione di stalli di sosta riservati ai veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni, munite di contrassegno speciale, denominato permesso rosa”.

L’atto recepisce le novità previste dal Decreto Legge n. 121 del 10 Settembre 2021 con il quale sono state apportate alcune modifiche al Codice della Strada e alla Legge del 30 Dicembre 2020 n. 178 – Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021/2023. Nello specifico, l’art. 1 comma 819 prevede forme di agevolazione ai Comuni per provvedimenti adottati entro il 15 ottobre.

Potrebbe anche interessarti