Miriam muore a 5 anni, la mamma chiede verità: “Voglio sapere perché non ho più mia figlia”

Sono passati due anni dalla morte di Miriam Laezza, la bambina morta a soli 5 anni, e ancora una volta sua madre Antonella è intervenuta sui social chiedendo a gran voce che si faccia chiarezza sulle cause del decesso della piccola.

Morte Miriam Laezza, la madre: “Voglio sapere perché”

Era il 17 ottobre del 2019 quando Miriam, colpita da un malore mentre si trovava in una scuola di danza a Cardito, è deceduta. Mamma Antonella, a seguito del tragico episodio, proprio su Facebook aveva chiarito la vicenda spiegando che la bambina si era già sentita male in altre occasioni nei mesi precedenti, sottolineando la presenza di campanelli d’allarme che sarebbero stati sottovalutati. Una delle motivazioni date dai medici, a quegli svenimenti, sarebbe stata la gelosia della piccola nei confronti del fratellino.

E ancora, a distanza di due anni, alla famiglia Laezza restano numerosi interrogativi. Di qui il nuovo appello della madre che, rivolgendosi ai medici, ha chiesto nuovamente spiegazioni sulle cause del decesso: “Sono la mamma di Miriam, la bambina che il 17 ottobre del 2019 è deceduta. Le avete fatto un autopsia per cui credevo di avere risposte. Trascorsero 10 mesi per sapere mia figlia cosa aveva”.

“Nella relazione c’è scritto che mia figlia aveva un’aritmia. Mio marito venne di persone per avere spiegazioni, perché secondo me la relazione era da buttare, ma avete chiamato i carabinieri. Non c’era scritto quando mia figlia ha acquisito questa aritmia, se è nata con qualche problema al cuore”.

“Abbiamo fatto un’altra opposizione per sapere cosa fosse successo a nostra figlia. Gli esami istologici mancavano e ne abbiamo fatto richiesta. Dopo un anno ci è stata presentata un’altra relazione dove si dice che Miriam non ha avuto un’aritmia ma è morta per cause naturali. Nella prima relazione si parla di aritmia, nella seconda si legge che gli esami istologici non sono stati fatti, poi che sono stati fatti e hanno rilevato la morte naturale”.

A distanza di anni, dunque, ai familiari di Miriam ancora non è chiara la dinamica della tragedia che ha sconvolto le loro vite: “Io voglio sapere perché non ho più mia figlia, voglio sapere perché il 17 ottobre ha lasciato i suoi genitori e i suoi fratelli. Noi non viviamo più”.

Potrebbe anche interessarti