Elicottero e fumo rosa a Bagnoli, indaga la Polizia: possibile coinvolgimento della camorra

La Polizia starebbe indagando sul gender reveal di due giorni fa a Bagnoli, quando un elicottero ha emesso del fumo rosa per rivelare il sesso del nascituro di una coppia di Bagnoli. L’episodio ha fatto molto scalpore poiché inizialmente le persone non sapevano di cosa si trattasse, pensando che potesse un guasto al velivolo che volava non lontano dalle abitazione. Era, al contrario, il modo scelto da una coppia per comunicare a tutti che avranno una femminuccia.

Elicottero e fumo rosa a Bagnoli: le indagini della Polizia

Le forze dell’ordine, riporta Fanpage, starebbero controllando prima di tutto lo stato delle autorizzazioni: non è infatti possibile sorvolare i centri abitati eccetto in situazioni particolari, come per necessità di sicurezza o di soccorso. Non è neanche possibile spargere fumo ed altre sostanze. Infine, sembra che la futura mamma, già identificata, abbia legami di parentela con esponenti della criminalità organizzata che in tal modo avrebbero potuto dimostrare la presenza sul territorio o la disponibilità economica, e quindi un certo grado di potere.

Il gender reveal di Bagnoli ha conquistato anche la cronaca nazionale, che ieri se ne occupata nella puntata di La vita in diretta su Rai 2. Si tratta di un’usanza di derivazione americana, conosciuta anche come baby shower, dove solitamente le amiche regalano una festa alla futura mamma in cui viene rivelato a tutti i partecipanti il sesso del bambino che sta per nascere.

Potrebbe anche interessarti