Amalfi, la solidarietà dei bambini: poesie e donazioni per gli ospedali oncologici pediatrici ucraini

amalfi ospedaliLa pace attraverso gli occhi dei bambini. Da Amalfi parte un messaggio di sensibilizzazione contro ogni forma di guerra nel mondo. Il consueto omaggio di Pasqua dedicato a tutti gli alunni delle scuole dal Comune di Amalfi, guidato dal Sindaco Daniele Milano, diventa quest’anno un gesto di solidarietà, a favore del progetto di Soleterre Onlus per gli ospedali oncologici pediatrici in Ucraina.

AMALFI, DONAZIONI PER GLI OSPEDALI PEDIATRICI UCRAINI

Come spiegato dal primo cittadino:

Non possiamo rimanere indifferenti al dramma della guerra che coinvolge i bambini. Per questo abbiamo deciso di rendere le scuole di Amalfi le vere protagoniste di questa iniziativa, per sostenere Soleterre Onlusche, dallo scoppio della guerra, si impegna per non interrompere le cure dei piccoli pazienti oncologici che non possono rimanere nemmeno per un solo giorno senza terapie per la loro sopravvivenza, portando assistenza e medicinali nei bunker degli ospedali sotto le bombe a Kiev, o organizzando il trasferimento in Europa quando la situazione è diventata troppo pericolosa”.

L’obiettivo è duplice: educare alla pace e contribuire a sviluppare l’altruismo attraverso una donazione rivolta a chi, in questo momento, vive un momento di difficoltà. A spiegare l’iniziativa direttamente ai piccoli allievi di Amalfi e Pogerola l’assessore alla CulturaEnza Cobalto e l’assessore alle Politiche Sociali Francesca Gargano.

LA POESIA PER LA PACE

Ai bimbi dell’istituto comprensivo di Amalfi, della scuola paritaria “Mariano Bianco”, al micro nido comunale e al centro diurno per disabili adulti, sono state distribuiti delle palme di ulivo, decorate con i nastrini con i colori dell’Ucraina, accompagnate dalla pergamena che riporta la poesia scritta da una bambina americana Halley Hall, dal titolo “Dove inizia la pace”: «La pace inizia con il dire scusa. La pace inizia senza ferire gli altri. La pace inizia con l’onestà e la fiducia. La pace inizia mostrando cooperazione e rispetto. La pace nel mondo inizia con me».

I bambini di Amalfi hanno accolto l’iniziativa con grande entusiasmo, felici di aiutare gli altri bambini nel mondo – sottolinea l’Assessore Enza Cobalto – Parlare ai nostri ragazzi è stato molto emozionante anche per noi, nel tentativo di trasmettergli il senso profondo di un gesto simbolico, per vivere la Pasqua all’insegna dei valori della pace e dell’amore. Come ente comunale abbiamo sentito il dovere di lanciare un messaggio ai bimbi, che sono il nostro futuro, per educarli ai principi di umanità e rispetto per gli altri. La reazione dei nostri piccoli ci ha sorpreso e ci aiuta a credere nel domani con grande fiducia”.

La scuola è un presidio di cultura imprescindibile – evidenzia l’assessore Francesca Gargano – Desideriamo ringraziare i dirigenti scolastici e tutta la comunità educante per il sostegno all’iniziativa. La Pace si costruisce ogni giorno, attraverso le azioni concrete e le scelte individuali. Insegnare l’altruismo per creare un mondo migliore, sperando che la guerra abbia termine e non ci siano più conflitti. I bambini saranno i nostri piccoli testimonial di pace nelle famiglie”.

Potrebbe anche interessarti