VIDEO/ “Sei indegno della maglia”: calciatore dell’Avellino minacciato e denudato in strada

Scattano tre arresti per l’aggressione subita dal calciatore dell’Avellino, Claudiu Micovschi, minacciato e denudato da un gruppo di ultrà dopo la sconfitta contro il Foggia dello scorso 4 maggio.

Aggressione dopo la sconfitta dell’Avellino: minacciato e denudato Micovschi

Dal video diffuso dalla Questura di Avellino si vede un’auto che affianca quella del calciatore quasi a volergli bloccare la strada. L’autista scende dal veicolo in modo palesemente agitato e si precipita ad aprire la portiera di Micovschi che stava tornando a casa insieme ad un compagno di squadra. Il giocatore è stato violentemente denudato dagli ultrà che hanno portato via la tuta dell’Avellino che indossava.

“Sei indegno di vestire i colori della nostra squadra” – avrebbero urlato gli ultrà al calciatore costringendolo a spogliarsi. Le indagini degli investigatori hanno permesso di risalire ai tre: si tratta di un 22enne e due 30enni già destinatari di un Daspo e attualmente finiti agli arresti domiciliari.

Dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso, violenza e minaccia. Del gruppo avrebbe fatto parte anche una donna che sarebbe in corso di identificazione. Nella stessa serata anche altri giocatori irpini sono state vittime di simili aggressioni. Stando a quanto apprende l’Ansa una di queste sarebbe riconducibile allo stesso gruppo fermato per l’episodio di Micovschi.

Potrebbe anche interessarti