E’ morto il boss Cosimo Di Lauro: a lui è ispirato Genny Savastano di Gomorra

cosimo di lauroE’ morto all’età di 49 anni, nel carcere Opera di Milano, Cosimo di Lauro, ex reggente dell’omonimo clan di Secondigliano, figlio maggiore di Paolo Di Lauro e fratello di Marco, uno dei super latitanti della camorra arrestato nel 2019. Il padre è conosciuto con il soprannome di Ciruzzo ‘o milionario ed aveva ispirato il personaggio di Genny Savastano in ‘Gomorra’.

E’ morto Cosimo di Lauro

Di Lauro si trovava all’interno della struttura penitenziarie milanese in regime di 41 bis. In carcere dal 2005, per gli inquirenti era ritenuto l’artefice della prima faida di Scampia che provocò un centinaio di morti. Fu condannato prima a 15 anni per associazione camorristica e poi all’ergastolo per aver ordinato l’omicidio di Gelsomina Verde.

Proprio all’interno del carcere il suo cuore ha smesso di battere. Le cause della morte sono ancora da accertare e, stando a quanto apprende l’Ansa, per ricostruire la dinamica del decesso dell’esponente del clan di Lauro sarebbe stata disposta l’autopsia.

Di Lauro: la storia del clan che ha ispirato Gomorra

Dietro il cognome Di Lauro vi è una lunga storia criminale, iniziata dal padre Paolo, e che ha fatto sprofondare Napoli nella più efferata guerra di Camorra di sempre. Una storia che ha riempito le pagine della cronaca nera ed ha anche ispirato la serie televisiva Gomorra.

Potrebbe anche interessarti