Cosa ha fatto Martina dopo aver ucciso la figlia. L’avvocato: “Quando ne parla piange”

elena del pozzoSarà sottoposta ad un nuovo interrogatorio Martina Patti, accusata dell’omicidio di sua figlia Elena Del Pozzo, che servirà a sciogliere alcuni nodi della tragica vicenda: gli inquirenti stanno cercando di ricostruire i movimenti della donna dopo il decesso della bambina.

Martina Patti e l’omicidio di Elena: cosa ha fatto dopo il decesso

Ci sarebbero circa due ore di vuoto tra le 14:00 e le 16:00 di quel drammatico 13 giugno che rendono poco chiara l’intera dinamica della vicenda. Stando a quanto rende noto Il Messaggero, gli inquirenti, sulla base dei tabulati telefonici della donna, ipotizzano che in quel lasso di tempo Martina Patti abbia avviato una serie di telefonate, probabilmente per chiedere aiuto, subito dopo il delitto.

Bisognerà capire anche se eventuali complici possano aver aiutato la donna nell’occultare il corpo privo di vita della bambina, condotto in un fondo agricolo vicino e coperto da sacchi di spazzatura. Il sospetto è che Martina possa aver ucciso la piccola all’interno dell’abitazione per poi trascinarla nel campo per nasconderne il cadavere.

Considerando il mancato ritrovamento dell’arma del delitto e l’assenza di tracce di sangue persino sui suoi vestiti, gli investigatori non escludono la possibilità che la 23enne possa aver approfittato di quelle due ore anche sbarazzarsi del coltello, pulire i suoi abiti e i pavimenti.

Attualmente la giovane è in carcere con l’accusa di omicidio pluriaggravato premeditato e occultamento del cadavere e oggi si presenterà dinanzi al Gip per la convalida del fermo. Intanto il suo legale, Gabriele Celesti, dopo averla sentita in videoconferenza, come reso noto da Sky Tg24, ha dichiarato: “Sta bene, è molto provata e quando parla di sua figlia è travolta dall’emozione e piange”.

Quanto all’interrogatorio previsto per oggi ha dichiarato: “Se lei vorrà colmare alcuni ‘buchi’ allora farà dichiarazioni aggiuntive. Altrimenti potrebbe scegliere anche di non farle in questa fase e le farà più avanti”.

Potrebbe anche interessarti