VIDEO/ Dopo l’omicidio mette il cadavere in un sacco: lo trasporta in scooter per nasconderlo

Per un cadavere rinvenuto nelle campagne di Scisciano, in provincia di Napoli, i carabinieri hanno fermato un 48enne gravemente indiziato di omicidio volontario e occultamento di cadavere: secondo gli inquirenti avrebbe ucciso un 54enne per poi trasportarlo, a bordo di uno scooter, in un terreno.

Cadavere rinvenuto a Scisciano, fermato un 48enne

Questa mattina, il Gip del Tribunale di Nola ha convalidato il fermo emesso dal PM, eseguito dai militari del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e della Stazione di San Vitaliano, nei confronti di S. F., un 48enne rumeno, indagato per l’omicidio di un connazionale di 54 anni.

Il corpo della vittima, lo scorso 4 giugno, è stato ritrovato privo di vita in una campagna di Scisciano, nascosto all’interno di sacchi di plastica e legato. Le investigazioni, che si sono avvalse del supporto dei filmati delle videocamere di sorveglianza, hanno consentito di documentare che il 48enne e la vittima, dopo esser stati in un negozio di Nola, si erano recati insieme presso l’abitazione del fermato, a bordo di uno scooter.

Stando alla ricostruzione degli inquirenti, il 3 giugno il 48enne, dopo aver legato e riposto in una busta in plastica il cadavere, si sarebbe disfatta della salma trasportandola a bordo del suo scooter fino ad abbandonarla su un terreno comunale. Intanto le indagini proseguono per raccogliere ulteriori indizi che possano far luce ulteriormente sulla vicenda.

Potrebbe anche interessarti