Fisciano, bimba di 2 anni lanciata dalla finestra. Il papà ha confessato: “Sono stato io”

fisciano papà bambina
Fisciano, confessa il papà della bambina precipitata – Immagine di repertorio

Fisciano – Ha confessato il 40enne salernitano, papà della bambina precipitata dal terzo piano, arrestato dai carabinieri nella serata di ieri: sarebbe stato lui a lanciare nel vuoto la figlia di 2 anni. A renderlo noto è Il Corriere del Mezzogiorno.

Fisciano, ha confessato il papà della bambina precipitata

La bimba è stata ricoverata all’ospedale Ruggi di Salerno, poi trasferita al Santobono di Napoli. Ha riportato una frattura alla spalla e diverse escoriazioni al volto ma, per fortuna, non è in pericolo di vita. I primi sospetti sono ricaduti sul padre della vittima, arrestato e trasferito in carcere.

Dopo i primi interrogatori l’uomo avrebbe confessato: “Sono stato io”. Non sono chiare le motivazioni che lo avrebbero spinto ad un gesto del genere. Dalle prime ricostruzioni è emerso che, poco prima della caduta, il 40enne stava cambiando la bambina. Non si esclude nemmeno una presunta lite tra i coniugi seguita da una reazione folle ma, al momento, si tratta soltanto di un’ipotesi.

“Sono persone perbene, oneste, tranquille. Lui dipendente Inps, lei bancaria, con una vita sociale normale e nessun problema evidente. Da ieri cerchiamo di capire che cosa sia accaduto. Qualcuno dice che il papà da qualche giorno non stesse bene, ma si tratta solo di voci. Lasciamo lavorare i carabinieri, l’importante è che la piccola sia fuori pericolo” – ha dichiarato il sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, rivolgendosi a Il Corriere.


Potrebbe anche interessarti