Uccide la nonna, la suocera: “Non ha mai alzato nemmeno la voce. Non ce lo spieghiamo”

uccide la nonna
Ragazza uccide la nonna a Capaccio Paestum, la suocera la difende

L’uccisione della nonna da parte della ragazza avvenuta a Capaccio ha scosso tante persone. Il caso è divenuto nazionale per l’estrema particolarità del gesto: i nonni di solito sono un porto sicuro, un pilastro fermo e fondamentale per tutti i nipoti. A parlare del caso è anche la suocera della ragazza, che l’ha difesa nel corso di un’intervista durante il programma La Vita in Diretta.

Ragazza uccide la nonna, la suocera: “Ce lo spieghiamo solo con la necessità di difendersi”

“Non posso dire di aver assistito mai a nessun episodio in cui ha alzato nemmeno la voce, figuriamoci fare una cosa del genere – ha detto la donna – Nemmeno mio figlio se lo spiega assolutamente. È la stessa persona che conosciamo, lui non se lo spiega se non attraverso la necessità di difendersi. Credo che si sia trovata purtroppo al momento sbagliato nel posto sbagliato”.

Uccide la nonna a Paestum: le ipotesi sul movente

Una delle ipotesi emerse, infatti, è che vi possa essere stato un interesse per la casa dell’anziana la cui morte avrebbe comportato un passaggio per effetto dell’eredità. Una conclusione rigettata dalla mamma del fidanzato della ragazza, che fa intendere di conoscere abbastanza bene la giovane da poter dire che, a suo avviso, non vi possa essere la premeditazione dell’omicidio: “Si vedevano in casa nostra perché lei frequentava casa mia. Ci conosciamo con le famiglie e poiché non c’era nessun motivo ostativo a questa frequentazione, non c’è stata mai la necessità di non accoglierli in casa”.

La difesa della ragazza afferma che l’assassinio sia scaturito da una lite in cui la nonna avrebbe cominciato a picchiare la ragazza, che è incinta. La giovane avrebbe ecceduto nella difesa provocando la morte dell’anziana. Su questa dinamica si concentra l’attività di indagine degli inquirenti.


Potrebbe anche interessarti