Tragedia al Cardarelli, si lancia nel vuoto dalle scale: muore a 23 anni

suicidio cardarelli napoli
Suicidio all’ospedale Cardarelli di Napoli

Suicidio al Cardarelli di Napoli. Nel pomeriggio di ieri, un ragazzo di 23 anni si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto da una scala di servizio di un edificio di uno dei due padiglioni. A renderlo noto è la direzione del nosocomio.

Suicidio al Cardarelli di Napoli, si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

Il suicidio è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Stando a quanto reso noto, inutili si sarebbero rivelati i soccorsi dei sanitari: il ragazzo sarebbe morto sul colpo. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, non si tratterebbe di un paziente né di un dipendente.

Questa la nota dell’ospedale: “Nel tardo pomeriggio nel parco del Cardarelli si è verificato un suicidio. Un ragazzo di 23 anni si è lanciato da una scala di servizio di un edificio di uno dei padiglioni. Nonostante gli interventi tempestivi, tutti i soccorsi si sono rivelati inutili”.

“I primi riscontri effettuati dall’autorità giudiziaria in collaborazione con l’ospedale hanno evidenziato che il ragazzo non parrebbe essere collegato all’attività del Cardarelli; non si tratterebbe di paziente, né di parente, né di dipendente o tirocinante. L’Azienda esprime il cordoglio alla famiglia”.

Soltanto poche settimane fa, a sconvolgere la cittadinanza era stato il suicidio di un altro ragazzo, Andrea, giovane pizzaiolo che lavorava al fianco del maestro Errico Porzio. Era stato proprio il suo titolare a dare notizia sui social del decesso.

Come chiedere aiuto

In caso di pensieri di suicidio, la cosa fondamentale è non sottovalutarli né fingere di non averli. A volte si fa fatica a vedere una via d’uscita a problemi che sembrano enormi, ma non mai così: a tutto c’è rimedio e si deve sempre essere ottimisti. Per questo bisogna chiedere aiuto, ai propri familiari, amici o affidarsi ad esperti come Telefono Amico ai numeri 02 2327 2327 o 324 011 72 52 . Inoltre è possibile far riferimento agli psicologi presenti nelle Asl della Regione Campania.


Potrebbe anche interessarti