Ritrovamento shock a Napoli, animali uccisi in un sacchetto

animali

Brutta sorpresa scovata in via De Gasperi, a Napoli, dove è stato ritrovato un sacchetto della spazzatura grondante di sangue in cui c’erano corpi senza vita di animali. Una scena macabra insomma, dove in particolar modo il cane, considerato come un rifiuto da chi lo ha gettato nella spazzatura, probabilmente è stato maltrattato e picchiato. A tal proposito il sito IlMondo.it scrive:

Tre anatre, otto galline e un cane, tutti morti, sono stati rinvenuti in un sacco della spazzatura in via De Gasperi, in pieno centro a Napoli. A scoprire la macabra busta gli agenti della polizia ambientale, allertati dalla segnalazione di un cittadino. Secondo alcune testimonianze il sacco nero sarebbe stato lasciato a terra la notte scorsa.

Dagli accertamenti eseguiti grazie all’intervento di Asl, Servizio veterinario e Asia, è stato scoperto che il cane era dotato di microchip di identificazione e, quindi, si potrà risalire al proprietario ed avviare le indagini per identificare il responsabile dell’abbandono. E’, inoltre, ipotizzabile il reato di maltrattamento di animali a causa dei segni di percosse rilevate sul corpo del cane. Grazie ai successivi risultati delle analisi, che condurrà il servizio veterinario, si potrà anche verificare con certezza la causa della morte e rischi infettivi di cui gli animali erano, eventualmente, portatori.

Le carcasse degli animali sono state trasportate presso la struttura sanitaria veterinaria della direzione Asl Napoli 1 per le analisi nell’attesa di riuscire a risalire ai responsabili dell’abbandono. Utili alle indagini sarà la visione dei video delle telecamere di zona che potrebbero fornire elementi importanti.

Potrebbe anche interessarti