Video. Luca Abete sull’incendio a Napoli: “ve lo avevo detto”

Luca Abete

Ieri sera è andato in onda un servizio di Luca Abete su Striscia la Notizia, in merito all’incendio occorso ieri mattina al Parco della Marinella, nei pressi del porto e dell’Ospedale Loreto Mare. Egli ha sottolineato come un anno e mezzo avesse chiesto all’amministrazione comunale di rimuovere i rifiuti in quell’area, utilizzata come discarica, dove erano presenti vetro, carta, plastica, sanitari, pneumatici, legno e compensato, insieme ad altri vari tipi di rifiuti che avrebbero potuto essere facilmente infiammabili. Nei primi mesi del 2013 Luca si era recato dal direttore generale del Comune di Napoli, Giuseppe Pulli, il quale aveva detto se i lavori fossero partiti presto “per l’anno prossimo ce la possiamo fare”; non ce l’hanno fatta.

Il fatto strano, tuttavia, come ha scritto Luigi De Magistris, è che l’incendio è avvenuto proprio il giorno prima dei lavori di riqualificazione del sito, evento che ora allungherà ancora i tempi, dato che dovrà essere effettuata la gara d’appalto per la rimozione dei rifiuti incendiati, avendo questi sprigionato sostanze altamente tossiche. Tommaso Sodano, facente le funzioni di sindaco di Napoli, ha affermato che il Comune proseguirà per la sua strada. Ecco quanto dichiarato da De Magistris, mentre in fondo potete guardare il servizio di Luca Abete:

“Una strana “coincidenza” ed un fatto gravissimo l’incendio che, nelle prime ore del mattino, è divampato nel parco della Marinella. Non ci fermeranno, i lavori inizieranno nei prossimi giorni. Noi siamo l’Amministrazione che ha salvato il finanziamento del parco della Marinella dopo 15 anni di degrado.

Abbiamo approvato il progetto e bandito la gara che, purtroppo, ha avuto tempi tecnici lunghi. Un periodo di stallo in cui abbiamo sistemato altrove persone che vivevano nel degrado assoluto, abbiamo predisposto la recinzione e completato la selezione dei rifiuti da parte di Asia e personale specializzato. Ora più che mai è giusta la nostra scelta di fare un parco. Nonostante qualche criminale noi andiamo avanti nell’interesse della città”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più