Quarto giorno di ricerche a Pompei

fume Sarno, incidente, ricerche, sommozzatori

Quarto giorno di ricerche nel Sarno, stando alle ultime supposizioni degli esperti, si sta cercando di rendere possibile l’accesso ai sommozzatori al centro del fiume. I dettagli su Larepubblica.it

Quarto giorno di ricerche e di speranze sul fiume Sarno dove i Vigili del fuoco hanno intensificato per l’intera giornata i loro sforzi nel tentativo di trovare Nunzia Cascone, 51 anni, e la figlia Anna Ruggirello, 20, inabissatesi a bordo della loro auto nel corso d’acqua che attraversa Pompei (Napoli), a seguito di un incidente stradale.

I vigili del fuoco hanno rilevato tre “punti sensibili” allo scandaglio del sonar subacqueo e per qualche ora si era diffusa la voce che l’auto, una Panda gialla in cui sono scomparse le due donne, fosse stata ritrovata. Ma subito dopo la voce è stata smentita.

Si tratta di un consistente volume di ferro che i macchinari hanno individuato in un’area molto vicina al luogo in cui si è inabissata l’utilitaria giovedì mattina, ma non abbastanza grande quanto un’automobile. Le ricerche sono state di nuovo sospese e riprenderanno nella mattina di lunedi, con l’arrivo di un nuovo macchinario da Napoli.

Sarà montato un “pilone” sulla sponda del fiume, a cui verrà ancorato un cavo al quale sarà legata una imbracatura che consentirà ai sub di accedere al centro del fiume, dove la corrente è particolarmente violenta e mette a rischio l’incolumità delle persone. Rispetto ai giorni scorsi i Vigili del fuoco mostrano maggior fiducia di riuscire, anche nella giornata di domani, a far riemergere l’automobile dalle acque del fiume Sarno

Potrebbe anche interessarti