Incidente mortale a Torre Annunziata, vittima un bambino di 4 anni

incidete Torre AnnunziataUn grave incidente stradale, avvenuto ieri a Rovigliano, periferia di Torre Annunziata, ha coinvolto un bambino di appena quattro anni, che purtroppo non ce l’ha fatta. La sua giovane vita si è spenta sotto gli occhi increduli della mamma.

Il piccolo Luigi si trovava a via Ercole Ercoli alle 20.30 circa, nei pressi di una cartoleria, con la mamma quando improvvisamente è stato travolto da uno scooter Honda SH 125, alla cui guida c’era un 17enne. Anche la mamma e lo stesso ragazzo sono rimasti feriti. I soccorsi sono arrivati nell’immediato: i passanti che hanno assistito all’agghiacciante scena hanno avvertito i carabinieri ed il 118. Una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata che stava effettuando gli ordinari controlli locali della serata si è subito mobilitata per raggiungere il luogo dell’incidente, seguita da due ambulanze. La madre ha riportato un politrauma alle gambe ed escorazioni al viso ed è ancora in prognosi riservata all’ospedale Sant’Anna di Boscotrecase. Anche il ragazzo ha riportato vari traumi ed è stato sottoposto ai test di alcool e droga, che hanno dato esito negativo.

Il piccolo Luigi purtroppo non ce l’ha fatta: è stato trasportato d’urgenza all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia a causa dell’enorme ferita sul craino ma c’è stato poco da fare, è deceduto prima ancora che inizassero ad operarlo, nonostante il personale del 118 abbia fatto tutto il possibile per cercare di rianimarlo.
Dopo gli accertamenti dei carabinieri e dei vigili urbani sulla dinamica dell’incidente, il ragazzo, che guidava senza patente è stato accusato per omicidio colposo. Un fascicolo sul caso è stato aperto nell’immediato alla Procura dei Minori di Napoli.

La vicenda del piccolo Luigi lascia l’amaro in bocca. Una vita spezzata troppo presto, ancora una volta dall’imprudenza di chi si ostina a sfrecciare per le strade infrangendo ogni regola, non curandosi dei pericoli che si corrono per sé stessi e per gli altri.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più