De Magistris rallenta la ricostruzione di Città della Scienza

De Magistris rallenta la ricostruzione di Città della Scienza

Distrutta in un incendio, il progetto della ricostruzione di Città della Scienza sembrava procedere ben spedito, grazie anche al sostegno che arriva da ogni parte del mondo. Sorprendentemente ciò che frena il progetto ricostruzione è De Magistris. La notizia su IlMattino.it

Dopo l’incendio che ha distrutto la Città della scienza di Napoli «c’è la volontà forte di ricostruire e ripartire. Ci sono le condizioni per farlo ma purtroppo constatiamo che accanto ai consensi che ci arrivano da tutte le parti del mondo, sorprendentemente chi frena è il sindaco di Napoli De Magistris».

Lo ha detto il presidente della Fondazione Idis-Città della Scienza, Vittorio Silvestrini, intervenendo oggi in Consiglio regionale della Toscana a Firenze dove ha ricevuto il premio Giulio Preti 2013.

La cerimonia si è svolta nell’ambito di ‘”Pianeta Galileo”, iniziativa dell’Assemblea toscana dedicata alla divulgazione della cultura scientifica. «Ricostruire la Città della scienza di Napoli – ha sottolineato – è un’operazione da 40 milioni di euro. Sono molti: una metà abbondante ce li mette la nostra fondazione, il 5% il volontariato e 18 milioni il sistema istituzionale e in particolare la Regione Campania». Secondo Silvestrini «è però tutto fermo perchè il permesso di costruire, che è un nostro diritto, è congelato e con esso l’accordo di programma che deve allocare le risorse. Certamente risolveremo la situazione, è l’ottimismo della ragione».

Potrebbe anche interessarti