Circumvesuviana, fumo e paura tra i passeggeri

circumvesuviana

Ancora una volta, su un treno della Circumvesuviana, precisamente il 628 diretto da Ottaviano a Napoli, c’è stata paura, panico e fumo tra i viaggiatori che hanno vissuto momenti di tensione per la paura che potesse scatenarsi un nuovo rogo a bordo.

A provocare  il fumo è stato un guasto al sistema di trazione di uno dei due convogli del treno, un problema alla motrice, che ha costretto il macchinista a far tornare e fermare la corsa del treno a San Giuseppe Vesuviano.

L’episodio è accaduto tra San Leonardo ed Ottaviano, dove la tratta in salita ha assolutamente bisogno della corretta funzione di entrambe le motrici. Purtroppo però, il treno non era in perfette condizioni e dunque ha cominciato a slittare sui binari azionando la “sabbiera”, ovvero un sistema che permette di spargere sabbia sui binari per evitare che le ruote possano ulteriormente scivolare. Sabbia e surriscaldamento hanno poi generato fumo, che ha subito allarmato e fatto preoccupare i viaggiatori.

Potrebbe anche interessarti