Tossicodipendente vuole soldi: picchia e imprigiona la compagna

Ha picchiato la sua giovane compagna con calci e pugni, l’ha chiusa in casa insieme ai figli di 3 e 5 anni e si è allontanato sotto l’effetto di stupefacenti. L’autore del triste episodio è un 30enne di Cercola che ha percosso la donna perchè voleva farsi consegnare dei soldi, forse per acquistare della droga.

Quando è tornato nella sua abitazione l’uomo ha però trovato i Vigili del Fuoco, intenti a liberare la convivente ed i bimbi, e i Carabinieri ai quali era giunta una segnalazione di una lite in famiglia. Questi ultimi sono stati minacciati dal 30enne che dopo una colluttazione è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale con le accuse di resistenza al pubblico ufficiale, sequestro di persona e tentata estorsione.

A riportare la notizia è l’Ansa.

Potrebbe anche interessarti