Caso del ragazzo aggredito da presunti Falchi: la smentita del capo della Squadra Mobile di Napoli

Squadra mobile

In merito all’articolo da noi pubblicato, in cui si riportava la testimonianza di una persona secondo la quale una persona veniva malmenata, il giorno 15 Aprile 2015 in via Diocleziano a Fuorigrotta, da 3 soggetti che secondo la convinzione del testimone stesso erano dei “falchi”, apprendiamo tramite un giornale locale la smentita delle circostanze della vicenda da parte di Fausto Lamparelli, capo della Squadra Mobile di Napoli, che riportiamo di seguito:

“Non so manco se questo arresto è stato fatto perché non l’abbiamo fatto noi. Se nella Polizia di Stato individuano i Falchi, noi non siamo stati, qui si associa personale in motocicletta con i Falchi, ma a Napoli agenti che girano in moto ce ne sono di tutte le forze dell’ordine. Non abbiamo effettuato nessun intervento in via Diocleziano, non ho motivo di pensare che il giornalista non dica la verità ma ci informeremo presso l’Autorità Giudiziaria”.

È questa dunque, almeno per il momento e secondo gli elementi a nostra disposizione, la posizione del dottor Lamparelli.

Foto: www.poliziadistato.it

Potrebbe anche interessarti