Francesco Rizzo, cantante napoletano, denuncia: “Sono 2 settimane che aspetto il tampone di controllo”

francesco rizzo

Francesco Rizzo è un cantante napoletano che nel 2013 ha pubblicato il suo primo disco inedito. Francesco ci ha raccontato del suo disagio che sta vivendo in questi giorni causa covid. Il 25 settembre ha effettuato il tampone e il giorno successivo ha ricevuto esito positivo.

Da quel giorno in poi, rispettando le regole, è rimasto in quarantena aspettando di guarire dal virus. I primi giorni Francesco ha avuto la febbre per poi diventare asintomatico dopo poco tempo. La denuncia del cantante arriva però quando, dopo 2 settimane, l’Asl non si è ancora presentata nel suo domicilio per il consueto tampone di controllo che lo lascerebbe libero.

Covid, il bollettino del 14 ottobre in Campania

Chiamando varie volte il numero dell’Asl e sollecitando i sanitari sulla questione, ha sempre ricevuto risposta di essere in lista e prossimo per i controlli.

Le richieste che arrivano all’Asl sono tante, la mole di lavoro che stanno ricevendo da quando è iniziata la pandemia è immensa, ma obbligare una persona a rimanere chiusa in casa aspettando l’esito del tampone sembra un po’ assurdo.

E quella di Francesco non è l’unica storia del genere, tante sono le persone che pur avendo trascorso settimane in casa ancora non ricevono il tampone di controllo o addirittura pur avendo sintomi non ottengono con le giuste tempistiche il primo tampone.

Il covid è entrato nelle nostre vite e le ha stravolte completamente. Ognuno ha cambiato le proprie abitudini quotidiane e ogni giorno facciamo i conti con nuove leggi e i ritardi della sanità e della burocrazia.

Di seguito la foto che attesta la positività di Francesco Rizzo allo scorso 26 settembre.

Potrebbe anche interessarti