Feltri attacca ancora Napoli: “In alcuni quartieri la legalità è un pregiudizio borghese”

Vittorio Feltri, fondatore del quotidiano ‘Libero’, ha attaccato ancora una volta la città di Napoli denunciando l’assenza di legalità che, a sua detta, invade alcuni quartieri partenopei.

Feltri attacca Napoli: “La legalità è un pregiudizio borghese”

Più volte Feltri ha parlato del capoluogo campano, e più in generale del Sud, in modo palesemente discriminatorio, basti pensare alla dichiarazione rilasciata in diretta, lo scorso anno, durante la trasmissione ‘Fuori dal Coro’. In quell’occasione, infatti, aveva accusato i meridionali di essere inferiori rispetto al resto della popolazione facendo scattare l’indignazione del Mezzogiorno.

Pochi giorni fa ha criticato nuovamente la città partenopea tramite un tweet in cui si legge: “In alcuni quartieri di Napoli la legalità è un pregiudizio borghese”. Parole che hanno offeso i napoletani e che rimarcano, ancora una volta, tesi di stampo razzista nei confronti dei meridionali.

La mancanza di legalità, di cui parla Feltri, di certo non è un problema della sola città di Napoli ma, come spesso accade, si tende a sottolineare con forza gli aspetti negativi della nostra città a discapito di quelli che, al contrario, la collocano tra le eccellenze nazionali e non solo.

Un attacco non supportato da dati concreti così come sottolineano i follower che, in risposta al suo attacco, hanno commentato il tweet facendogli presente la situazione di tante realtà settentrionali e postando la classifica dell’indice della criminalità, stilata da ‘Il Sole 24 ore’, che vede proprio al sua Milano al primo posto per reati, furti e rapine.

Potrebbe anche interessarti