Cibi italiani protetti in Cina, dimenticati quelli del Sud: solo uno su 26 è tutelato

Cibi italiani protetti in Cina – solo uno è del Sud Italia. Che sia nella moda o nel cibo il “made in Italy” è un marchio conosciuto ed esportato in tutto il Mondo e per questo motivo deve essere protetto per la salvaguardia dell’economia del nostro Paese.

Per questo motivo un accordo tra Unione Europea e Repubblica Popolare Cinese ha portato alla protezione di 100 prodotti, di cui 26 italiani, con la prospettiva di estendere l’accordo – dopo quattro anni dall’entrata in vigore – ad altri 175 prodotti.

Nei supermercati in Cina è molto facile imbattersi in prodotti con parole o simboli che richiamano l’italianità, il cosiddetto “italian sounding”, lì questa “usanza” non è ancora diventata un divieto al contrario di Giappone o Canada. E’ di questo che si è discusso nell‘interrogazione parlamentare svoltasi nella giornata di ieri 19 novembre, dove si è evidenziato il disagio di moli cibi italiani non ancora presenti nella lista protetta della Cina.

Il sud Italia ha soltanto la Campania a rappresentare i suoi prodotti – anzi il suo prodotto. Infatti l’unico nella lista protetta in Cina è la mozzarella di bufala. Una cosa alquanto assurda visto che solo la Campania ha tantissimi cibi da dover proteggere: i pomodorini del Piennolo, il pomodoro San Marzano, la colatura di alici di Cetara, il provolone del Monaco, le nocciole di Giffoni, le castagne di Montella, il limone di Sorrento.

I primi 4 sono prodotti a denominazione di origine protetta (DOP) gli altri 3 prodotti a indicazione geografica protetta (IGP). Ma questa è soltanto una breve lista dei fantastici prodotti che abbiamo nel nostro territorio (qui la lista completa) e che ancora non sono stati tutelati in Cina.

A denunciare la cosa anche la pagina facebook Sudexit, che spesso nota le differenze di trattamento tra Nord e Sud. La pagina ha pubblicato anche una mappa della Penisola con i vari prodotti protetti sia in Cina che in Canada:

IL SUD ITALIA NON ESISTE
Negli accordi commerciali internazionali siglati dal governo nazionale di turno ed avallati dai nostri politicanti locali collaborazionisti con il Partito Unico del Nord, il Sud è considerato meno di niente. I nostri prodotti tipici vengono usati come merce di scambio per tutelare altri interessi territoriali di questa specie di Nazione“.

 

IL SUD ITALIA NON ESISTE
Negli accordi commerciali internazionali siglati dal governo nazionale di turno ed avallati dai…

Pubblicato da Sudexit su Giovedì 19 novembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più