MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Fondo Sociale Europeo, Campania tra le regioni più virtuose: “Obiettivi N+3 ampiamente superati”

Vincenzo De LucaAnche per il 2019 la Regione Campania è tra le più virtuose nel raggiungimento degli obiettivi di spesa “N+3” fissati dall’Unione Europea per il Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo 2014-2020.

Il risultato è emerso nella seduta del Comitato di Sorveglianza, nella quale sono stati presentati i dati dell’anno 2019. La seduta ha visto come partecipanti, tra gli altri: l’Autorità di Gestione del POR Campania FSE 2014-2020, il Responsabile della Programmazione Unitaria, il Capo Unità DG Occupazione, Affari Sociali e Inclusione della Commissione Europea, il Dirigente Anpal della Divisione Coordinamento territoriale e autorità capofila FSE.

Presenti anche i rappresentanti del Ministero Economia e Finanze – IGRUE, del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Agenzia di Coesione Territoriale, il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, il Presidente del Partenariato regionale economico e sociale e i rappresentanti delle parti sociali.

Campania, tra le più virtuose per il Fondo Sociale Europeo

Stando ai dati, la spesa certificata è pari € 288.747.998,87 con un superamento degli obiettivi N+3 di € 21.729.015,95 e con il 91,57% delle risorse impiegate su programmi attivati.

“La Regione Campania è una delle più virtuose in quanto ha sempre raggiunto e ampiamente superato gli obiettivi N+3 e nel 2019 ha confermato le buone performance degli anni precedenti” ha commentato Marianna D’Angelo, Dirigente ANPAL – Divisione Coordinamento territoriale e autorità capofila FSE.

Importanti sono anche i numeri che sottolineano la portata degli interventi finanziati con il Fondo Sociale Europeo: 353.847 sono i cittadini destinatari degli interventi. Di questi, circa 50mila sono i disoccupati. 259mila i soggetti inattivi e oltre 44mila i lavoratori. Dal punto di vista dell’età e del sesso, 205.548 sono i giovani al di sotto dei 25 anni e 189.133 le donne.

Non da meno gli interventi messi in campo per contrastare l’emergenza sanitaria. Sono stati stanziati 159.798.945 euro destinati a interventi: nel campo delle politiche sociali, a sostegno di professionisti e lavoratori autonomi, lavoratori stagionali nel settore dei trasporti, oltre alla cassa integrazione in deroga.

Particolari apprezzamenti sono arrivati dalla rappresentante della Commissione Europea. Soprattutto sulla qualità della spesa. Ma anche sulla capacità e rapidità di intervento da parte della Regione nel fronteggiare gli effetti della crisi sul tessuto economico, produttivo e sociale.

Potrebbe anche interessarti