Rimozione luminarie, i commercianti protestano : “Spegnere il Vomero è un danno immane”

luminarie vomero (1)
Foto: Premio GreenCare

La notizia delle luminarie da smontare al Vomero per consentire la potatura degli alberi ha fatto il giro del web, e ha dato il via a una decisa protesta dei commercianti della zona.

Nel braccio di ferro tra Comune e Camera di commercio, alla fine a rimetterci siamo noi“, si legge in una nota di Confcommercio Arenella-Vomero riportata da La Repubblica. “Chiediamo uno sforzo congiunto per salvare il Natale del Vomero e dei commercianti già ampiamente provati dagli effetti della pandemia.

“Quello che chiediamo a gran voce ora è un’inversione di rotta. Speriamo che Comune di Napoli e Camera di commercio decidano di trovare una soluzione. Spegnere via Scarlatti e via Luca Giordano è un danno immane. Non è un’inezia come si può pensare: vuol dire infliggere un colpo pesantissimo alle nostre finanze e alla nostra lotta per restituire valore e appeal ai nostri quartieri“.

Alla protesta dei commercianti per la rimozione delle luminarie si unisce anche Enzo Perrotta, presidente della Federazione del commercio e del Centro commerciale naturale Vomero Arenella:

Siamo indignati per la tempistica errata da parte del Comune, gli alberi ancora da potare sono in molte strade dove non ci sono luminarie. Aspettare 40 giorni non credo che sia un danno terribile, anche perché sono tre anni che la potatura non avviene“, afferma Perrotta.

Potrebbe anche interessarti