Presidente Inps: “Si parla sempre del RdC al Sud ma gli aiuti covid sono andati al Nord”

presidente Inps reddito sud
Il presidente Inps Pasquale Tridico

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, nel corso della presentazione del XXI rapporto annuale dell’istituto, che si è svolta a Palermo, ha difeso ancora una volta le sue posizioni sul Reddito di Cittadinanza confermando la posizione di svantaggio del Sud.

Presidente Inps: “Reddito al Sud ma aiuti covid al Nord”

“Il Sud deve smetterla di farsi del male da solo. Si parla sempre di Reddito di Cittadinanza, che in effetti per il 65% è andato al Centro-Sud. Ma si tratta del 65% di 7,6 miliardi. L’Inps lo scorso anno ha speso in totale 365 miliardi. Per le varie prestazioni dell’emergenza covid abbiamo erogato 60 miliardi e per la cassa integrazione altri 40 miliardi. Questi interventi al 70% sono andati al Centro-Nord”ha dichiarato, come rende noto La Repubblica.

Dunque, se da un lato conferma il dato sulla maggioranza dei percettori nel Meridione, dall’altro analizza anche un’altra grossa fetta di aiuti, per l’emergenza covid, destinata quasi totalmente alle Regioni del Centro-Nord.

“Per una questione di onestà nei confronti dei cittadini del Sud bisogna guardare alla spesa nel suo complesso e non ai 7,6 miliardi che si spendono all’anno per il Reddito di Cittadinanza” – ha continuato, analizzando poi nel dettaglio i benefici del sussidio.

Intanto anche la Caritas, attraverso il rapporto L’anello debole, ha sottolineato la crescita di una povertà assoluta che continua a registrare un’incidenza maggiore nel Meridione. Quanto al Reddito emerge che poco meno della metà delle famiglie in reali condizioni di povertà riescono a percepirlo.


Potrebbe anche interessarti