Pubblica Amministrazione: 24mila nuovi posti di lavoro per l’attuazione del PNRR

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che può contare sui 209 miliardi di Recovery Fund riconosciuti dall’Unione Europea all’Italia, ha bisogno per la sua attuazione di creare 24mila nuovi posti di lavoro all’interno della Pubblica Amministrazione. Li prevede il decreto leggero numero 80 del 9 giugno 2021 [Misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia] pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entrato in vigore il 10 giugno.

Le assunzioni avverranno tramite concorsi pubblici ed altre procedure destinate all’inserimento dei lavoratori nel pubblico impiego. Saranno le figure professionali attraverso le quali saranno effettivamente attuati i programmi finanziati dal PNRR. I relativi singoli bandi sono in uscita.

Il DL 80/2021 permette alle amministrazioni pubbliche di assumere nuovo personale, anche in deroga alle facoltà ordinarie di assunzione previste dalla legge ordinaria. Esso, quindi, conferisce un potere speciale nell’ambito dell’attuazione del Piano.

Pnrr da attuare entro il 2026

Le procedure concorsuali saranno più semplici e più veloci, poiché vi è l’urgenza di provvedere ad assumere questo personale e renderlo operativo il più presto possibile. I progetti del PNRR vanno infatti realizzati entro il 31 dicembre 2026. Tra le procedure straordinarie vi è la predisposizione del nuovo portale di reclutamento con elenchi di esperti e professionisti cui le amministrazioni potranno attingere per assunzioni e collaborazioni a tempo determinato. Questo è stato già indicato come il LinkedIn Italiano, ossia ispirato al noto social dedicato ai rapporti professionali e alla creazione di reti di professionisti.

Maggiori informazioni si possono apprendere leggendo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Potrebbe anche interessarti