Elezioni. Crollo del PD: “Renzi si è dimesso”, poi la smentita

In uno scenario politico che vede, ormai, il Movimento 5 Stelle e la Lega (poiché in testa alla coalizione di Centrodestra) nuove forze politiche predominanti, quello che fa rumore è il crollo inaspettato (ma non troppo) del Centrosinistra e in particolare del Partito Democratico.

Il circa 23% (19% del PD) sia alla Camera che al Senato  è uno schiaffo troppo grande per una coalizione che tre anni e mezzo fa stravinceva. A farne le spese sarà il segretario Matteo Renzi che, secondo quanto riportato inizialmente dall’Ansa, penserebbe alle dimissioni, anche se è stato comunque eletto come senatore.

A tal proposito, però, è arrivata la smentita via Twitter del portavoce del partito del Nazareno, Marco Agnoletti, che smentisce categoricamente che ogni decisione sia già stata presa.

Tante voci, quindi, che si rincorrono, ma la sensazione resta comunque quella che le dimissioni arriveranno. Per aspettare ogni ufficialità bisognerà attendere la conferenza stampa di Renzi, annunciata per oggi alle 17.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più