I 5 Stelle vogliono commissariare Napoli. DeMa: “È vergognoso. Sono degli ignoranti”

Ha fatto molto discutere la proposta dei senatori 5 Stelle, con a capo il napoletano Vincenzo Presutto, i quali hanno chiesto un intervento della Corte dei Conti e della Prefettura per commissariare il Comune di Napoli. 

Subito è arrivata la risposta del Sindaco De Magistris, il quale ha attaccato il Movimento con parole dure. “Una pagina vergognosa di chi ha preso voti al Sud per rappresentare nel Paese un Sud diverso. Io credo che questa interrogazione sia una vergogna democratica che forse nemmeno Mussolini si sarebbe sognato di mettere in atto. Cioè l’idea di commissariare un comune eletto direttamente dal popolo che rappresenta l’orgoglio del Mezzogiorno, che in otto anni ha fatto tanto”.

Il primo cittadino ha continuato poi, descrivendo in malo modo chi ha messo in atto tale iniziativa. “A parte l’ignoranza, perché dovrebbero sapere che i Comuni non si possono commissariare, faranno apparire Salvini come un democratico perché dovrà dire mi volete scavalcare a destra. Credo stiano veramente alla frutta, e forse il 16% per loro è un risultato ancora molto alto. Ma per me tutto questo è un orgoglio. Credo però che avendo io tenuto stretto il mio capo di gabinetto Auricchio e il vicesindaco con cui lavorava Presutto e nonostante io l`abbia difeso mi dicevano veramente che era inconcludente e incapace, credo che il caldo di queste ore avendo salvato io anche Daniele, Nino Daniele, e anche Gaeta, le olive di Gaeta, il Presutto sia diventato cotto”.

Non finiscono quindi le polemiche tra De Magistris e i rappresentanti del Movimento 5 stelle. L’alleanza sembra così essere sempre più lontana che mai. 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più