Caldoro rilancia la Macroregione: “Il Sud deve recuperare la sua identità”

stefano caldoroIl candidato alle prossime elezioni regionali Stefano Caldoro ha ribadito il concetto di una possibile Macroregione del Sud, un discorso che si protrae ormai da diverso tempo e che sta utilizzando in campagna elettorale per provare a trionfare sui suoi avversari il prossimo 20 settembre.

La Macroregione del Sud è un discorso che Caldoro, e non solo, portano avanti ormai da diverso tempo. L’obiettivo di questo progetto è quello di portare avanti un’autonomia che comprenda il sud del paese. Un programma importante che permetterebbe al mezzogiorno d’Italia una ripresa economica e sociale.

Il piano potrebbe risultare inoltre importante soprattutto a causa della pandemia dovuta al Coronavirus. La crisi economica, occupazionale e sociale, si sono presentate in forma più grave al Sud rispetto alle regioni del Nord che riceveranno maggiori fondi europei per risanare il debito creatosi durante questi mesi.

Queste le parole del candidato Stefano Caldoro riportate da il Mattino: “Il Sud deve recuperare la sua identità di macroregione. Per giocare un ruolo fondamentale anche nell’uso dei nuovi fondi Europei che sono stati molto sostanziosi proprio perché l’Europa ha valutato il divario del Mezzogiorno. Il modello Sud a cui ci riferiamo è quello dei grandi pensatori del meridionalismo federalista. Un modello che è stato da noi anticipato e che poi è entrato anche nel documento firmato dai leader del centrodestra Berlusconi, Meloni e Salvini in cui si prevede anche l’elezione diretta del premier.

Nel piano di uno schema nazionale di rafforzamento del sistema italia c’è una sfida di autonomia che il Sud deve raccogliere. C’è un divario sociale al Sud come emerge dai dati sulla disoccupazione, sulla minore assistenza sanitaria e sulla formazione. Su questo bisogna lavorare e possiamo rivendicare maggiori risorse nella sfida mondiale post-pandemia.”

Potrebbe anche interessarti