De Luca su De Magistris: “Un imbecille. Lo ‘scemo del paese’ invitato in TV per parlar male di Napoli”

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso dell’ultimo aggiornamento, ha scagliato un duro attacco contro il sindaco Luigi De Magistris, definendolo “lo scemo del paese”.

Queste le sue parole: “Molta gente si aspettava una diversa collocazione della Campania. Premesso che a me le classificazioni non fanno né caldo né freddo, noi ci siamo dati una linea chiara. Abbiamo verificato con curiosità la sorpresa che ha avuto qualcuno perché quasi voleva che la Campania fosse inserita nelle zone rosse.”

“Per quasi due mesi la Campania ha subito un’aggressione mediatica. Giornali, reti televisive nazionali che hanno descritto una sanità falsa. Poi hanno fatto finta di sorprendersi. Per mesi abbiamo assistito a campagne scandalistiche, interviste con uomini mascherati.”

“Ancora in questi giorni c’è qualche imbecille di amministratore della Campania che va in giro per le trasmissioni semplicemente per parlar male di Napoli e della Campania. Amministratori che non hanno fatto niente per le loro città, non hanno alzato un dito per controllare la movida, mettere ordine, dare una mano a contenere il contagio.”

“Ebbene questi soggetti vengono utilizzati come ‘lo scemo del paese’, semplicemente per parlar male di Napoli e della Campania. Allora il gioco ormai è talmente scoperto che è diventato persino noioso.”

Dunque, è chiaro il riferimento al primo cittadino di Napoli, ospite di numerose trasmissioni durante le quali più volte ha esternato la critica situazione in cui versa la sanità campana. Di qui la definizione di De Luca che reputa De Magistris “lo scemo del paese”, invitato dalle emittenti televisive per far luce sulle criticità della regione Campania.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più