Fedez: “Salvini cantava ‘Senti che puzza stanno arrivando i napoletani’, ora vuole governare”

fedez salviniFedez contro la Lega Nord. Il rapper fa discutere per l’intervento di ieri sul palco del concerto del Primo Maggio, durante il quale ha attaccato le posizioni dei leghisti nei confronti del DDL Zan, citando diverse dichiarazioni degli esponenti del partito contrarie all’approvazione della legge che punisce le discriminazioni dovute al diverso orientamento sessuale.

Il cantante è stato aggredito, attraverso i social, dai seguaci della Lega Nord che usavano argomentazioni a dir poco stravaganti. Alcuni gli hanno rinfacciato di possedere una Lamborghini, circostanza che renderebbe il suo discorso poco plausibile, altri invece gli hanno rinfacciato il testo di una canzone – Tutto al contario – dove appunto i versi andrebbero interpretati nel loro senso opposto.

Fedez, Salvini e i cori razzisti contro i napoletani

A proposito di contraddittorietà, in una recente storia su Instagram Fedez ha sottolineato proprio quella di Matteo Salvini ricordando che “Il vostro leader cantava ‘Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani’ e ora vuole governare il Paese”.

Altro tema molto importante emerso in questa storia è quello della censura. I vertici Rai, prima di autorizzarlo a salire sul palco, hanno voluto leggere preventivamente il suo discorso e dopo averlo fatto gli hanno chiesto di eliminare riferimenti espliciti a esponenti politici. Fedez, invece, al Concertone ha fatto nomi e cognomi.

Bizzarro, infine, come alcuni politici  – tra cui Nicola Zingaretti e Luigi di Maio – che attualmente sono al governo proprio insieme alla Lega Nord, abbiano cercato di cavalcare il discorso di Fedez quando invece sarebbe stato loro dovere insistere maggiormente e creare una discussione pubblica per approvare il DDL Zan mesi fa.

Potrebbe anche interessarti